FAMILY AUDIT

l tema della conciliazione dei tempi di vita, familiari e lavorativi, rappresenta una delle grandi sfide sociali contemporanee. Avere la possibilità di trovare un equilibrio tra vita lavorativa e vita privata non è solo una questione di pari opportunità; conciliare famiglia e lavoro corrisponde al bisogno essenziale di ogni persona (donna e uomo) di realizzarsi compiutamente attraverso l’espressione completa della propria personalità e della propria relazionalità sociale, partecipando alle esperienze diverse che la vita propone e assumendo la responsabilità nelle relazioni. Si parla quindi di partecipazione sociale, lavoro, generatività e cura.
Consolida ha aderito nel 2013 alla sperimentazione del Marchio Family Audit e ha steso un piano delle attività per sperimentare sistemi di conciliazione e creare collaborazione tra i soggetti presenti sul territorio e ha ottenuto la certificazione nel 2016.

I VALORI

I valori che orientano le scelte di conciliazione di Consolida sono l’attenzione alla :

Centralità della persona: il consorzio opera affinché i propri dipendenti e collaboratori possano godere di condizioni di lavoro che permettano un buon equilibrio tra vita personale e lavorativa consentendo così a ciascun individuo di vivere al meglio i molteplici ruoli che gioca all’interno della società.

Condivisione di buone prassi: il tema della conciliazione è una questione sociale e quindi inevitabilmente passa dal coinvolgimento e la valorizzazione delle cooperative associate. A tal fine si impegna a creare un sistema articolato e intrecciato dove più soggetti siano impegnati, sfruttando le potenzialità della rete già esistente.

Diffusione della conoscenza e intreccio di fili territoriali: il consorzio vuole porsi come testimone e portatore di una responsabilità sociale diffusa, sia in termini di composizione di politiche di welfare a livello provinciale sia come veicolo di un programma integrato a livello locale.

IL PIANO DELLE ATTIVITÀ:

  • nuovi approcci alla flessibilità in entrata e in uscita;
  • formazione e sensibilizzazione sui temi della conciliazione e delle pari opportunità;
  • sensibilizzazione e sviluppo di forme di aggregazione e collaborazione tra organizzazioni sul territorio.