CORSO TUTOR PER L’INSERIMENTO LAVORATIVO_EDIZIONE 2024

Trento, marzo 2024

di Giusi Valenti

In questi giorni un nuovo gruppo di tutor ha iniziato a conoscersi ed a esplorare le pratiche dell’inserimento lavorativo in Trentino, partecipando alle prime sessioni della nuova edizione del Corso base di formazione che ogni anno Consolida organizza per questa figura professionale.

Partecipa un gruppo diversificato per titoli di studio e professionali e, fors’anche per motivazione. Qualcuno, infatti, ha detto di esserci quasi per obbligo, su invito del proprio Responsabile Sociale, anche se poi da subito in aula si è mostrato umile e curioso rispetto ai temi proposti. Il risultato atteso dai partecipanti è principalmente quello di acquisire maggiore consapevolezza operativa, soprattutto di tipo relazionale e comunicativa, per essere capaci di supportare i colleghi più fragili nei servizi produttivi della cooperativa B.

L’edizione 2024 parte e ruota attorno ad una domanda: Noi tutor, come possiamo contribuire a creare e gestire contesti di lavoro inclusivi?

 I nuovi tutor nel corso dei diversi appuntamenti potranno incontrare testimoni e conoscere esperienze organizzative ed imprenditoriali che si concentrano sul tema dell’inclusione lavorativa con scelte e modalità originali. Il primo giorno sono stati accolti da Alpi, una B di Trento storica che ciclicamente analizza e ri-definisce i propri processi produttivi per interpretare al meglio e in modo sostenibile i cambiamenti di mercato e dei bisogni di inserimento lavorativo.

In programma nel calendario della seconda giornata: Progetto IN TANDEM, promosso da MUSE in collaborazione con Consolida. I tutor divisi in due sottogruppi hanno partecipato ad una VISITA IN TANDEM agli animali del BIG VOID, la sezione centrale e molto scenografica del museo.  Una visita inedita, ricca di informazioni e di curiosità, con due coach in dialogo, uno dei quali selezionato nell’ambito di un lungo e articolato percorso di formazione professionale dedicato a giovani con disabilità

Un’esperienza di inclusione in un contesto organizzativo diverso da una cooperativa B – ma realizzata attraverso la collaborazione della LAVORO di Tione – che assume attraverso un progetto individualizzato e flessibile, concordato con i sindacati –  i coach con disabilità.

Il gruppo ha potuto vedere l’inclusione in azione, nei suoi risultati, senza parlare esplicitamente di inclusione, di problemi delle persone e delle fatiche gestionali connesse alla erogazione di un servizio culturale.

“La sfida sta proprio nell’ offrire a chi compra il biglietto, una bella visita museale, un buon servizio, tutto il resto lo curiamo e gestiamo dietro le quinte”, ha sottolineato Paolo Degiovanni, Responsabile Programmi per il Pubblico del Muse.

Per conoscere il Progetto IN TANDEM è utile leggere l’articolo pubblicato dal MUSE sul proprio sito firmato da Enrico Tozzi e Gianfranco Cembran, i primi coach o guide museali con un vero e proprio progetto di inserimento lavorativo.

https://www.muse.it/in-tandem-diario-di-viaggio/