DALL’AGE MANAGEMENT AL NUOVO PARADIGMA DELLA “SOSTENIBILITA’ DEL LAVORO”: SFIDE E STRATEGIE DELL’EUROPA CONTEMPORANEA

L’interessante confronto con la prof. Emma Garavaglia (Politecnico di Milano) ha chiuso nei giorni scorsi il ciclo di attività di ricerca, formazione, sperimentazione e visite di studio che il Tavolo di regia provinciale per l’age management e l’invecchiamento attivo ha promosso nel 2023. Consolida ha partecipato al Tavolo con Giusi Valenti, Responsabile area lavoro.

Durante l’incontro il gruppo di lavoro ha condiviso anche le informazioni acquisite nel recente viaggio di studio in Finlandia come ospite del governo nazionale.

In Finlandia – dove si va in pensione a 65 anni – è emersa una certa situazione di stallo (rispetto per esempio alla Norvegia), anche se le attività in campo, frutto dell’attivismo dei governi precedenti, sono numerose e diffuse nei diversi ambiti delle politiche pubbliche.

La prof. ha sottolineato che “in effetti, la stessa ricerca dimostra che, se c’è un cambio di guardia istituzionale, anche un lavoro positivo e strutturato di lunghissimo termine, si può frantumare. Ed è proprio quello che potrebbe succedere in Finlandia. Il tal senso il mondo della ricerca sta facendo un passaggio di paradigma in tema di age management, cercando di spostare il focus dall’età alla lunghezza/continuità delle carriere ovvero ai fattori che consentono una qualità del lavoro in carriere che necessariamente (per vincoli pensionistici) devono proseguire più a lungo. Questa prospettiva di evoluzione si colloca proprio nel tentativo di facilitare un maggiore interesse istituzionale e nuove prassi che finora, con particolare riferimento al caso italiano, sono ancora difficili da trovare. Peraltro, non ci sono pratiche istituzionalmente calabili dall’alto; è importante capire i bisogni specifici di ciascun contesto e per questo parlare in ottica comparativa è molto complesso. Ricordiamoci, tuttavia, che un mercato del lavoro inclusivo lo è per tutte le età. Nel nostro sistema italiano sappiamo bene invece che la mobilità è faticosa e soprattutto nei percorsi di carriera che si sviluppano ancora troppo dentro una stessa organizzazione”.

Per info: giusi.valenti@consolida.it

Qui i materiali di lavoro del Tavolo

Il Tavolo “a lezione” con il governo finlandese (nov.2023)