GJOB 2: A SCUOLA E IN CAMPO, VERSO IL COMPLETAMENTO DEL CICLO DI ATTIVITA’

A febbraio, studenti e studentesse del Don Milani hanno partecipato alla prima sessione formativa del progetto Gjob 2 dedicata al lavoro nella cooperazione sociale.  Lilia Doneddu, responsabile del servizio amministrazione del consorzio ha presentato la cooperazione sociale e le attività consortili, mentre Silvia Scaramuzza ha portato esempi di buone pratiche sui progetti DES ed etika. Serenella Cipriani, presidente coop Impronte di Rovereto, ha condiviso, invece, le proprie esperienze lavorative nella cooperazione sociale.

Il progetto realizzato da Elisa Vialardi, coordinatrice della formazione e dei servizi al lavoro, insieme ai due operatori (Stefano Musaico di Consolida e Michele Rossi di Kaleidoscopio), è destinato a 4 classi terze dell’indirizzo professionale in ambito servizi per la sanità e l’assistenza sociale.

Il percorso prevede un momento formativo preparatorio in classe e delle visite guidate sul territorio. I giovani, accompagnati dai due operatori, andranno a conoscere alcune cooperative di tipo A e di tipo B di Trento e Vallagarina. A conclusione è previsto un evento finale durante il quale le classi condivideranno le loro esperienze in merito a quanto appreso.

Nel frattempo, un gruppo di nove giovani tra i 17 e i 32 anni provenienti da Trento e dalla Rotaliana hanno concluso le due settimane di formazione in ambito agricolo previste dal progetto. Per loro è stata un’importante opportunità per affinare le proprie competenze professionali in diversi settori, come l’orticoltura e il florovivaismo, offrendo un’esperienza pratica, coinvolgente e a contatto con la natura., soprattutto perché molti di loro hanno trascorso un periodo di inattività formativa e lavorativa.

Il corso, curato da Alice Sartori, ha previsto attività in aula e laboratoriali svolte nei contesti di Maso Pez e del vivaio Tuttoverde a Ravina, entrambe gestiti dalla cooperativa sociale Progetto 92.

Al termine del corso 6 partecipanti hanno iniziato le 12 settimane di tirocinio in due vivai di Trento: Tuttoverde di Ravina e Brugna.

Come per le altre edizioni del progetto, durante il tirocinio formativo i giovani riceveranno un’indennità di 70 euro a settimana, a fronte della frequenza di almeno il 70% delle ore e la valutazione/validazione finale delle competenze sociali e professionali acquisite in contesto.

Gjob2 – Giovani e lavoro. Un modello di rete in agricoltura per l’orientamento e la formazione

è un progetto promosso da Consolida con KALEIDOSCOPIO scs/Trento, ARIANNA scs/Trento, PROGETTO 92 scs/Trento e Società agricola Tuttoverde, Cantina Sociale di Trento Le Meridiane sca, Società Frutticoltori Trento sca, Federazione Trentina della Cooperazione Liceo Rosmini Trento, Biodistretto Trento;  con il finanziamento della Fondazione Caritro.