GLI “APPALTI POVERI” METTONO IN DIFFICOLTÀ LE COOPERATIVE SOCIALI

Roberto Simoni presidente Ftcoop

Assistenza domiciliare, nidi, case di riposo, pulizie per l’inserimento di persone svantaggiate, sono alcuni degli ambiti in cui operano le cooperative sociali trentine, servizi dei quali – afferma Roberto Simoni, presidente Federazione della Cooperazione Trentina nell’intervista a firma di Domenico Sartori apparsa sul quotidiano L’Adige giovedì 25 gennaio – l’ente pubblico e la comunità hanno estremo bisogno. Ciò nonostante, gli appalti pubblici attraverso i quali vengono affidati sono sempre più poveri: “i margini sono risicati già nella fase di aggiudicazione. Poi subentrano, in corso di appalto, elementi ulteriori, come l’inflazione, il caro energia, il caro materiali, il rinnovo dei contratti a livello nazionale che rendono insostenibile mantenere l’equilibrio economico e finanziario della cooperativa, che è pur sempre il primo obiettivo».

L’impegno della Federazione, ha dichiarato Simoni, è riaprire il confronto con la Provincia che aveva portato alla sottoscrizione di un Protocollo di intesa nel 2022, dialogando con la nuova Giunta provinciale.

Qui l’intervista integrale