Analisi costi benefici

Progetto:

ANALISI COSTI BENEFICI

Tema:

VALUTAZIONE

Area:

AREA LAVORO

Fin dalle origini le cooperative sociali e il consorzio hanno prestato grande attenzione al tema della rendicontazione avviando nel tempo progettualità ad hoc (B-res con CGM, Restore, analisi costi benefici con Agenzia del Lavoro). Negli ultimi anni la prospettiva della rendicontazione è evoluta nella valutazione d’impatto sociale ed economico che mira a misurare e rappresentare il valore aggiunto monetario e qualitativo che la cooperazione sociale riesce a generare. Nel 2015, prima ancora della obbligatorietà della valutazione d’impatto prevista dalla riforma del terzo settore, Consolida in collaborazione con il centro di ricerca Euricse e il supporto di Agenzia del Lavoro ha concorso ad elaborare il modello impAct ora applicato anche in altre regioni italiane.

NEWS

Disabilità: un nuovo modello di intervento per un abitare inclusivo

Al MUSE le cooperative del gruppo “Abitare il Futuro” di Consolida hanno presentato gli esiti di due anni di progetti sperimentali per l’accompagnamento alla vita autonoma che hanno coinvolto più di 70 persone con disabilità.

A Trento nasce il Manifesto per comunicare la disabilità

Consolida, Ordine dei giornalisti, Assostampa e Fondazione Demarchi hanno dato vita al Manifesto sulla narrazione della disabilità.

(RI)LANCIO DELL’INTERVENTO 18

Secondo appuntamento di Impresa sociale al cubo dedicato all’inserimento lavorativo di persone in condizione di svantaggio.

Cooperative sociali: l’impatto sul territorio

Presentati questa mattina nel seminario “Tra persona e comunità” organizzato dal consorzio Consolida i dati, rilevati con il metodo ImpACT di Euricse, relativi ai servizi erogati, al lavoro generato e all’impatto sul territorio prodotto da 48 cooperative sociali. Registrata inoltre la soddisfazione di utenti; famigliari e lavoratori.

Analisi costi benefici

Fin dalle origini le cooperative sociali e il consorzio hanno prestato grande attenzione al tema della rendicontazione avviando nel tempo progettualità ad hoc (B-res con CGM, Restore, analisi costi benefici con Agenzia del Lavoro). Negli ultimi anni la prospettiva della rendicontazione è evoluta nella valutazione d’impatto sociale ed economico che mira a misurare e rappresentare il valore aggiunto monetario e qualitativo che la cooperazione sociale riesce a generare. Nel 2015, prima ancora della obbligatorietà della valutazione d’impatto prevista dalla riforma del terzo settore, Consolida in collaborazione con il centro di ricerca Euricse e il supporto di Agenzia del Lavoro ha concorso ad elaborare il modello impAct ora applicato anche in altre regioni italiane.

Tema:

VALUTAZIONE

Area:

AREA LAVORO

ALTRI PROGETTI

NEWS