Lavori socialmente utili

Progetto:

LAVORI SOCIALMENTE UTILI

Tema:

INSERIMENTO LAVORATIVO

Area:

AREA LAVORO

Il Trentino ha sviluppato due forme di lavori socialmente utili: Il progettone e l’intervento 19.

L’Intervento 19 ha lo scopo di agevolare le persone deboli nell’ingresso nel mondo del lavoro attraverso l’attuazione di progetti di inserimento lavorativo in attività di pubblica utilità, valorizzando la collaborazione tra Agenzia del Lavoro, Enti Locali, APSP, Servizi Sanitari e Sociali.
Attraverso l’intervento 19 si realizzano progetti stagionali di interesse per la comunità. Tali progetti sono promossi da soggetti pubblici (titolari del finanziamento), che li affidano poi in gestione a cooperative. Consolida partecipa al “Tavolo intervento 19” promosso da Agenzia del Lavoro insieme agli altri attori del progetto, proponendo idee e riflessioni e favorendo il coordinamento tra cooperative.

Il Progettone nasce in Trentino agli inizi degli anni 80 per dare risposta alla prima crisi industriale del territorio. Sceglie come ambito di intervento il recupero e la manutenzione ambientale e trova nella cooperazione il partner per l’attuazione di questi progetti e la gestione dei lavoratori.
Per rispondere alla perdita di lavoro della componente femminile nel 2005 sono nate le prime esperienze nei servizi alla persona e nel supporto alle APSP, soprattutto in attività di animazione e accompagnamento degli ospiti. Consolida ha gestito direttamente questi lavoratori fino al 2017 quando una parte di essi è stata affidata direttamente a cooperative di tipo A socie che hanno maturato i requisiti necessari.
Il Progettone Sociale nasce, invece, nel 2006 dalla collaborazione tra Consolida e SOVA per farsi carico, attraverso progetti individualizzati nelle cooperative sociali, di quei beneficiari del progettone che non erano in grado di sostenere le attività tradizionalmente proposte.
Nell’ambito del Progettone Consolida ha costituito con altri partner, per esempio Comune di Trento, di Rovereto e Comunità Alto Garda e Ledro, un DES verde (Distretti dell’economia solidale) in particolare nell’ambito del riuso di materiale (soprattutto vestiario) e del recupero delle biomasse.
È stata avviata inoltre una sperimentazione con l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti che prevede l’assunzione da parte di cooperative sociali di tipo A di operatori del Progettone nel ruolo di facilitatori degli utenti dell’associazione.
Consolida oltre a fare da capofila nella relazione con il SOVA partecipa anche ai Tavoli di confronto tra gli attori del Progettone, non solo in occasione dei rinnovi contrattuali, ma anche per attività di monitoraggio e valutazione.

COOPERATIVE SOCIALI COINVOLTE: Gruppo 78, Artico, CS4, Iter, Lavoro, Vales, Alpi, Chindet, Antropos, Il Lavoro, La Sfera, Il Gabbiano, Oasi-Tandem, Venature, Le Coste, Coop.90, Incontra, Sad.

NEWS

GJOB: CABINA DI REGIA A TUTTOVERDE

Incontro tra i partner del progetto, promosso da Consolida e finanziato dalla Fondazione Caritro, finalizzato all’accompagnamento al lavoro nel mondo agricolo di giovani in condizioni di fragilità.

ITEA SPA E CONSOLIDA FANNO RETE ALL’INSEGNA DI ECONOMIA SOLIDALE E RIUSO

Siglato il protocollo di intesa per lo sgombero di alloggi che rientrano nella disponibilità di Itea, occupati da beni mobili. L’operazione risponde agli obiettivi del Distretto Economico Solidale della rete provinciale del riuso, a cui entrambe le realtà hanno aderito.

“BULLISMO E DISABILITÀ”: L’AUTORE DAVÌ OSPITE DEL PROGETTO INCLUSI

Venerdì 20 aprile alle 16 l’incontro con l’autore organizzato da Ledha all’interno del progetto nazionale coordinato da Consolida e selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

ATTIVITÀ ESTIVE: LE COOP SOCIALI DICONO SÌ, MA SERVONO LE CONDIZIONI

Gennai: “Chiediamo chiarezza sul piano vaccinale per gli educatori, sui servizi 3-6 e sugli oneri amministrativi e rinnoviamo alla Provincia la nostra disponibilità al confronto per un comune lavoro a favore delle famiglie”

Progettone

Il Progettone è nato in Trentino nel 1986 per dare opportunità a chi aveva perso il lavoro proponendo attività di recupero ambientale promosse dal SOVA (servizio per il sostegno occupazionale e per la valorizzazione ambientale) realizzate attraverso il CLA (consorzio lavoro ambiente).

PROGETTONE SERVIZI ALLA PERSONA
La crisi occupazionale nel tempo ha colpito anche il mondo femminile. Le attività nel settore “verde” erano però in genere poco adatte alle donne.
È stata quindi avviata la ricerca di altre opportunità comunque in ambiti di pubblico interesse. Sono nate così le prime esperienze nell’ambito dei servizi di custodia essenzialmente nei castelli e nei musei e successivamente dal 2005, grazie al coinvolgimento di Consolida, nei servizi alla persona realizzati nelle APSP (Aziende pubbliche servizi alla persona) e nelle cooperative sociali.

PROGETTONE SOCIALE
Con il passare del tempo alcuni lavoratori coinvolti in cantieri o in ambiti tradizionali non erano più in grado di reggere per ragioni di età o di salute quel tipo di occupazione. Per dare opportunità a queste persone di sentirsi ancora produttive, nel 2006 la collaborazione tra SOVA e Consolida si è declinata anche nella progettazione mirata e individualizzata di inserimento nelle cooperative sociali, in prevalenza di tipo B.

INIZIATIVE PILOTA
Nell’ambito del Progettone Consolida ha avviato con altri partner DES (Distretti dell’economia solidale) in particolare nell’ambito del riuso di materiale (soprattutto vestiario) e del recupero delle biomasse.
È stata avviata inoltre una sperimentazione con l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti che prevede l’assunzione da parte di cooperative sociali di tipo A di operatori del Progettone nel ruolo di facilitatori degli utenti dell’associazione.

Tema:

MIGRANTI

Area:

AREA LAVORO

ALTRI PROGETTI

NEWS