I saperi e le competenze maturate dalla cooperazione sociale nell’assistenza, cura ed educazione possono essere utili anche in altri ambiti, in particolare quello della salute, dove si manifestano, prima ancora che occasioni di sviluppo, opportunità per incrementare i livelli di coesione sociale e la qualità della vita delle persone e delle comunità.  La cooperazione sociale non è nuova in questo campo, ma vi opera già in modi diversi come agenzia territoriale, anche se molte iniziative sono incorporate nella gestione di altri servizi.
Il crescente investimento di Consolida e delle cooperative in questa direzione risponde, oltreché alla mission, ad una molteplicità di sollecitazioni: l’emergere di bisogni sempre più differenziati in cui la salute contempla le relazioni sociali, la qualità dei contesti e gli stili di vita; la prevenzione come modalità per preservare la salute delle persone, ma anche per ridurre la spesa sanitaria; la necessità di tutelare il diritto alla salute nella logica dell’eguaglianza.

I PROGETTI DELL'AREA CURA

ULTIME NEWS

AL VIA INCLUSI: IL PROGETTO NAZIONALE DEDICATO AGLI STUDENTI CON DISABILITÀ

52 partner di 5 regioni diverse saranno impegnati nei prossimi 3 anni nel promuovere una scuola e un territorio equi e accessibili a tutti attraverso il progetto finanziato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo nazionale per il contrasto delle povertà educative .

INCLUSI: ONLINE IL BLOG E LA PAGINA FB

Il tema della disabilità sarà al centro del progetto promosso da Consolida con 52 partner di 5 regioni di Italia, finanzaito da Con I Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto alla povertà educative.

etika: i risultati del primo triennio e lo sguardo al futuro

56.000 adesioni, 250.000 euro per combattere l’emergenza sociale e un nuovo bando da 500.000 euro: questi sono solo alcuni dei numeri raggiunti nei tre anni dalla nascita di etika.

La qualità della vita delle persone con disabilità

È iniziato il percorso formativo organizzato dal consorzio Consolida per approfondire approcci e strumenti che coinvolge circa 100 operatori delle cooperative sociali e non solo.